• Hoverboards a spasso con la sostenibilità

Hoverboards: a spasso con la sostenibilità

Il mezzo del futuro approvato dal mondo ecosostenibile

Gli anni 80 sono tornati di moda. E la canonica maratona di Ritorno al futuro di alcuni anni fa ha diviso il mondo in due: coloro che reclamavano le scarpe futuristiche di Marty, e coloro più interessati a quel favoloso hoverboard volante (e no, non lo chiamerò volopattino: mi piace pensarmi una persona seria). Nike non si è fatta ovviamente scappare l’occasione: nel 2011, ha prodotto la prima edizione limitata delle Nike Mag, una fedele riproduzione delle scarpe autoallaccianti di Marty. Tuttavia, per quanto riguarda gli hoverboard volanti, i fanatici della tecnologia dovranno pazientare ancora per un po’. Nonostante alcuni simpatici tentativi – come questa trovata pubblicitaria della Lexus del 2015  -, la strada è ancora lunga. Negli ultimi dieci anni, inventori di sorta sono però riusciti a costruire un futuristico predecessore della piattaforma fluttuante. Stiamo parlando degli hoverboard a rotelle, oggi diffusi in tutto il mondo. E certo, non volano; ma ti rendono piuttosto fico.

Ma di che stiamo parlando?

A dirla tutta, non è una storia dal lieto inizio. Nel 2015, gli hoverboard erano potenziali macchine omicide – il regalo perfetto per chiunque interessato a vedere la suocera prendere fuoco su due ruote. Dopo più di qualche isolato incidente causato dal surriscaldamento della batteria, gli addetti al controllo sicurezza hanno convenuto che dei mezzi autoesplosivi potevano forse rappresentare un problema. Oggi, gli hoverboard sono assolutamente sicuri e certificati – e anche se la suocera non prenderà fuoco, potresti comunque assistere a una caduta di chiappe drammatica.
Non sono affatto pericolosi, se impari pazientemente come usarli. Serve infatti prendere mano con il pad sensoriale che controlla la velocità e la direzione – in pratica, l’hoverboard è uno skateboard in versione boss finale. Gli hoverboard rimangono più carini di quegli orribili, enormi Segway che invasero le strade alcuni anni fa. Se il tuo equilibrio è migliore del mio – e fidati che lo è -, sono certa che non finirai per ucciderti.

Un mezzo eco-friendly

Al giorno d’oggi, tutti gli hoverboard sul mercato devono essere venduti con la certificazione UL 2272 stampata sopra, che assicura la totale sicurezza del mezzo. La batteria ricaricabile può durare fino a 4 ore in base al modello di hoverboard, garantendo multipli viaggi a chi ne fa uso. Moltissime persone oggi usano ancora la propria macchina per brevi spostamenti, inquinando esponenzialmente e inutilmente l’ambiente. Non mi perderò certe in filippiche e paternali sull’importanza del movimento fisico, né mi butterò in frasi motivazionali per spingere i vostri pigri sederi fuori casa. Diciamocelo: è inverno, fa freddo, e noi esseri umani siamo in media piuttosto deludenti. E se non riesco a convincere nessuno con una buona e datata biciclettata, magari avrò più fortuna con gli hoverboard. In fondo, sono mezzi simpatici, divertenti e ti fanno sembrare una persona che sa dove vuole andare nella vita. Che è poi tutto quello che si può desiderare. Alcuni di questi mezzi eco-friendly sono attrezzati di Bluetooth per ascoltare musica mentre gironzoli, e di app specifiche per controllare le luci. Se vivi in centro città, l’hoverboard è una scelta più intelligente della macchina in caso di spostamenti brevi e frequenti.

Una moda rilevante?

Quando sono comparsi sul mercato, le celebrità hanno perso la testa per gli hoverboard e trasformato il tutto immediatamente in una moda. Oggi, gli hoverboard sono un oggetto d’uso comune e di prezzo accessibile, oltre che un regalo di Natale molto gettonato. Essendo ecosostenibili oltre che divertenti, gli hoverboard rimangono tuttora in voga, con la speranza che vengano ulteriormente sviluppati nel corso degli anni. Vi lascio con un paio di suggerimenti finali da aggiungere alla vostra Bibbia dell’hoverboard. Primo: procuratevi il giusto equipaggiamento quando ne comprate uno. Ci sono fin troppe compilation di cadute da hoverboard tragicamente spettacolari su Youtube, e non voglio sentirmi responsabile dei vostri traumi cranici. Secondo: se è solo un giocattolo da mettere sotto l’albero da abbandonare nell’armadio dopo un paio di volte, se non è funzionale alla vostra routine, allora fidatevi, potete farne a meno. Perché anche un acquisto ecosostenibile, se inutilizzato, diventa un ulteriore spreco.


Altri articoli