Treedom: l’unione fa la forza e da oggi anche una foresta

La piattaforma online per piantare alberi a distanza

Il progetto per un mondo più verde

Mentre il “Polmone del Pianeta”, la foresta Amazzonica, continua a fare i conti con le sue perdite, dovute ai devastanti incendi del 2019 e all’inesorabile processo di deforestazione ormai in atto da decenni, un progetto di contrasto si sta facendo sempre più spazio, riscuotendo notevoli traguardi in vari paesi del mondo.

Si tratta di Treedom, piattaforma online italiana, fondata nel 2010: tutela dell’ambiente e della biodiversità, contrasto dei cambiamenti climatici e lotta all’effetto serra sono i principi cardine che muovono questa iniziativa.

Tramite il sito web, è possibile adottare un vero albero a distanza a scelta tra diverse specie, ognuna con le proprie peculiarità, disponibili a seconda del paese in cui verrà piantato.

Dal Nepal al Kenya, al Madagascar al Camerun, l’albero adottato verrà geolocalizzato e sarà possibile seguire la sua crescita e i suoi sviluppi grazie a continui aggiornamenti, documentati anche tramite foto, visualizzabili sulla sua pagina online dedicata.

Ma non si tratta solo della storia di un albero: ad essere comunicato sarà anche il progetto sociale di cui entrerà a far parte, e quindi, la storia di una intera comunità.

Un impegno sociale

Se l’attenzione principale è certamente rivolta nei confronti dell’ambiente, l’impegno di Treedom non si esaurisce in questo, ma si spinge fino al coinvolgimento delle realtà locali, le quali possono beneficiare di questo progetto.

A ricevere gli alberi e prendersene cura sono infatti i contadini delle comunità; essi hanno così modo di diversificare le proprie fonti di approvvigionamento alimentare, integrare il proprio reddito tramite la vendita dei propri prodotti (ma non del legname!), e magari avviare piccole attività imprenditoriali.

Tutto il processo segue un protocollo stabilito, articolato in varie fasi e sottoposto a controlli per verificare gli effettivi benefici, sia in termini ambientali che sociali.

La popolazione locale viene coinvolta sin dalle prime attività: la scelta degli alberi, che va valutata attentamente per non sconvolgere gli equilibri dell’ecosistema; la formazione dei contadini nella gestione delle colture; il censimento degli alberi nel registro dedicato.

Un’occasione quindi di sviluppo e di “ricchezza” non solo ambientale, ma anche sociale per le realtà meno fortunate.

Entrare nella community

Gli alberi piantati ad oggi, tramite questa comunità, sono quasi 2 milioni, e 17 i paesi coinvolti. La piattaforma sta suscitando l’interesse di varie aziende; molti sono ormai i marchi famosi che hanno preso parte al progetto in questo particolare momento di consapevolezza e di riallineamento verso nuovi valori più sostenibili, da adottare.

Con Treedom però, chiunque può fare la propria parte: che si tratti di un regalo originale, o di un gesto concreto per controbilanciare le proprie emissioni.

Al riguardo, nel sito è disponibile un intuitivo calcolatore di CO2, che ci permette, selezionando le caselle dedicate, di valutare almeno indicativamente le nostre emissioni di anidride carbonica: ciò che scegliamo di mangiare, le modalità con cui compiamo i nostri spostamenti, sono tutti fattori che influenzano il conteggio; ogni albero, a sua volta, riporta la propria capacità di assorbimento di CO2.

Uno strumento questo, utile ed efficace, per farci render conto del nostro impatto giornaliero e di come, nel nostro piccolo, possiamo contribuire al benessere del pianeta effettuando scelte differenti.

Molti altri sono certamente i gesti concreti che possiamo adottare nella nostra quotidianità, da quelli più piccoli come ricordarci di chiudere l’acqua mentre ci laviamo i denti, ad altri più significativi; il nostro impegno per il pianeta passa attraverso ogni atto, e ogni piccolo cambiamento, conta.

A pochi giorni dall’Earth Day 2021, mai come ora è importante sensibilizzare verso le tematiche di tutela ambientale, invogliare quante più persone a prender le parti di questa causa, e partecipare con gesti più o meno concreti.

Il nostro pianeta è la nostra casa e merita l’attenzione da parte di tutti, per poter continuare ad esserlo ancora per lungo tempo.